domenica 31 agosto 2014

Pasta con pesto di zucchini e pinoli

Siete tornate a lavoro o siete ancora in vacanza?
Avete ripreso la routine quotidiana?
Io sì.
Archiviati costumi e vestiti da spiaggia (non che li abbia usati molto in questa estate continentale e poco mediterranea), ripreso il ritmo lavoro - casa - pochissimo tempo libero, ho la testa piena di progetti ed idee ed anche il blog avrà un autunno esplosivo, pieno di novità.
Nel blog fervono lavori per cambi di rotta e spettacolari evoluzioni; immaginate fuori dalla porta di questo piccolo spazio un bel cartello con la scritta "work in progress".
Ma non svelo nulla fino a quando non sarà tutto finito.

Potete immaginare che con tutto questo fermento e che nella situazione sopra citata "pochissimo tempo libero", anche la cucina si è adeguata con ricette super veloci, ma che non rinunciano ad esaltare i sapori di questa fine estate.

La pasta di oggi è fatta con le ultime zucchine di stagione e con il basilico fresco, che se come me le piantine a Torino e dintorni sta davvero lottando per non soccombere al freddo quindi non fate andare sprecati i loro sforzi e con le foglioline che offrono fateci questa pasta.





Ingredienti per 2 persone ed il topo di casa

220 gr. di pasta corta a scelta
1 zucchina di Albenga (la mia era lunga circa 30 cm) oppure 2 zucchine piccole
20 foglie di basilico fresco
1 manciata di pinoli
olio EVO

Lavare e pulire le zucchine e tagliarle a cubetti piccolini.
Scaldare in una padella un filo d'olio e cuocere le zucchine a fuoco medio per una decina di minuti (aggiungere un paio di cucchiai d'acqua per lasciarle morbide). Ricordarsi di salarle un pochino.

In un padellino piccolo, far tostare velocemente una manciata di pinoli (tostati dicono siano più buoni).

Nel frattempo cuocere la pasta seguendo come al solito.

Versare in un mixer le zucchine cotte  aggiungendo le foglie di basilico fresche ed un paio di cucchiai d'olio evo.
Far andare il mixer fino ad ottenere un composto cremoso, se fosse denso, aggiungere un paio di cucchiai d'acqua.

Rimettere la crema alle zucchine nella padella, dove sono state cotte.

Scolare la pasta quando sarà cotta e farla saltare in padella con la crema di zucchine ed una parte di pinoli tostati.

Servire nei piatti e guarnire con alcuni pinoli tostati ed una generosissima spolverata di parmiggiano.

Se non è veloce questa pasta; provare per credere.
Buon appetito!


giovedì 21 agosto 2014

Pasta al Ragu' veloce di Verdure



Questa è la stagione con le verdure più buone.

I pomodori sanno di sole e d'estate e nulla a che vedere con quelli invernali che sanno di freddo e di frigorifero.
E poi, si sa d'estate, si ha poco voglia di cucinare e quindi ben vengano le ricette veloci.
Poi, si torna a lavoro e le ricette veloci sono ancora più gradite.
Inoltre, con questa ricetta, volevo dar principio ad un appuntamento che spero di rispettare parecchio e che è le " paste veloci".
Io adoro i primi piatti e questo provato oggi a pranzo è già uno dei miei preferiti, poi fa bene perchè ha le verdure e in poco tempo si porta a tavola un buon piattino.




Per due persone + il topo di casa

per il sugo
3-4 pomodori tipo San Marzano ben maturi
1 peperone rosso
1 melanzana piccola
olio evo
un pizzico di sale

200 gr. di pasta a scelta


Lavare e pulire bene il peperone e la melanzana, poi tagliarli grossolanamente e buttarli in un tritatutto (se vi sentite dei samurai potete fare lo stesso lavoro a coltello, ma credo che  la parola veloce sparirà dal titolo della ricetta).
Versare in una padella abbastanza capiente (servirà per far saltare la pasta) un filo d'olio evo e le verdure sminuzzate.
In un altro pentolino mettere a bollire un pò d'acqua ed attendere che raggiunga il bollore; quando l'acqua bolle versare i pomodori precedentemente incisi a coltello con dei tagli superficiali lunghi 4-5 cm e lasciarli per un paio di minuti.
quest'operazione permette che la pelle venga via facilmente
Prendere i pomodori e tritarli al tritatutto (si otterà una salsa liquida) e aggiungerli alle verdure che stanno stufando in padella.
Cuocere il tutto per una ventina di minuti a fuco moderato, dovrà restringersi un pò, sopratutto il pomodoro.

Scegliete la pasta che preferite e cuocetela in abbondante acqua salata.
Quando sarà cotta, versarla nella saltapasta e mantecarla con il ragù di verdure.

Facoltativamente si può servire con una grattuggiata di parmiggiano, come vedete dalla foto.

p.s. credo di aver impegato più tempo a scrivere la ricetta, che a mettere su il sugo.
Quindi valutate voi, se non è veloce.

mercoledì 20 agosto 2014

Torta alle Pesche


Le vacanze stanno finend. Io le mie le ho piacevolmente trascorse fra il mare delle Marche, se a qualcuno interessa ero qui, e la splendida Valle d' Aosta, su Instagram trovate alcune foto.

Ma ormai si respira aria di fine vacanza, e dopo tutto questo riposo è giusto tornare fra le pagine del blog e proprovi una ricetta che ho fatto prima delle vacanze di Agosto, ma che considerato che ci sono ancora delle ottime pesche in giro, il mio consiglio è di prolungare il calore dell'estate con la cucina, visto che le temperature sono piuttosto autunnali qua a Torino.

La ricetta viene da qui, ma io l'ho modifcata un pochino


Ingredienti per una tortiera da 24 centimetri:
  • 250 grammi di farina 00
  • 6-7 pesche gialle
  • 150 grammi di zucchero (50 gr. zucchero di canna e 100 gr.zucchero semolato)
  • 2 uova
  • 100 grammi di burro non salato
  • un pizzico di sale
  • una bustina di lievito per dolci
  • latte intero quanto basta
  • 4 cucchiai di zucchero di canna e qualche fiocchetto di burro per la superfice della torta
Preriscaldare il forno statico a 180 gradi.
Imburrare o rivestire con carta forno una tortiera da 24 centimetri.
Sciogliere il burro.
In una capiente ciotola montare a lungo con le fruste elettriche le uova con gli zuccheri e un pizzico di sale: dovranno triplicare di volume e diventare molto spumose e soffici.
Aggiungere pian piano la farina continuando a montare con le fruste o con un cucchiaio di legno.
Poi amalgamare al composto  il burro fuso, la bustina di lievito sciolta in mezzo bicchiere di latte.
Il composto deve risultare morbido. Sbucciare una pesca, tagliarla a dadini piuttosto piccoli e aggiungerli al composto.
Sbucciare le altre pesche, poi affettarle a fette spesse circa mezzo centimetro. Versare l’impasto nella tortiera e infilare le fettine di pesca perpendicolarmente sulla superficie della torta, senza lasciare spazi vuoti, in modo che la torta ne sia interamente ricoperta.
Cospargere la superficie del dolce con lo zucchero di canna e con qualche fiocchetto di burro e infornare per 40 minuti circa.
Servire la torta tiepida o a temperatura ambiente, dopo averla spolverizzata di zucchero a velo.

Torta di mele e yogurt

Oggi ospiti in cucina...ecco a voi Stefania e la sua splendida torta di mele Lascio la parola a lei: Io adoro le...